Avvio dei tavoli di lavoro. Il tema delle 'Politiche giovanili, sport e tempo libero' premiato trasversalmente da tutti (bambini, giovani e adulti).

January 9, 2017

I cittadini che hanno partecipato al voto del bilancio partecipativo, La Parabiago che vuoi Tu, si sono espressi e hanno scelto il tema delle ‘politiche giovanili, dello sport e del tempo libero’. Su questa tematica, ora lavoreranno i diversi tavoli che dovranno sviluppare progetti concreti da sottoporre al vaglio degli uffici per la fattibilità e, nuovamente, al consenso cittadino attraverso un nuovo sondaggio elettronico che avverrà tra maggio e giungo 2017.

 

Questo il commento del Sindaco Raffaele Cucchi: “Il risultato di questa prima votazione ha messo proprio in evidenza come l’argomento delle politiche giovanili, dello sport e del tempo libero sia stato quello maggiormente votato sia dai bambini, che dai giovani, che dagli adulti. Un risultato, quindi, condiviso che ci fa dire che la nostra città ha proprio lo sport nel cuore. Ora occorre mettersi al lavoro e sviluppare progetti interessanti per il futuro della nostra città. Mi auguro che la partecipazione sarà elevata e mi appello, in particolar modo, ai cittadini adulti che da oggi possono autocandidarsi sul sito dedicato per contribuire alla costruzione di progetti arricchendo la collaborazione con proprie proposte e idee.”.

I risultati del primo sondaggio hanno messo in evidenza, nel conteggio complessivo dei voti, altri due temi: al secondo e terzo posto, infatti, sono arrivati ‘istruzione - diritto allo studio’ e ‘sviluppo sostenibile - tutela dell’ambiente e del territorio’. Ora i tavoli di lavoro dovranno iniziare a lavorare sui progetti, ma mentre i bambini e i giovani lavoreranno in modo autonomo all’interno delle ore scolastiche con il supporto della cooperativa ABCittà che si distingue per esperienza in tema di bilancio partecipativo e che fungerà, quindi, da facilitatore, i tavoli degli adulti richiederanno un mese di tempo (gennaio) per essere costituiti. Fino al 31 gennaio, infatti, i cittadini adulti che vorranno partecipare ai tavoli di lavoro, dovranno iscriversi online autocandidandosi in modo spontaneo attraverso il sito www.laparabiagochevuoitu.org verificando i propri requisiti per partecipare e inserendo i dati richiesti dal sistema. Una volta costituiti, i tavoli degli adulti inizieranno a progettare a partire dal mese di febbraio, un primo incontro è stato, infatti, già fissato per giovedì 9 febbraio alla presenza della cooperativa ABCittà che avvierà il lavoro sui progetti da sviluppare, poi toccherà ai cittadini, affiancati da amministratori e funzionari, portare a termine la fase progettuale.

 

I tavoli degli adulti lavoreranno sulle seguenti tre tematiche, risultate le prime tre più votate dagli stessi interessati, nel sondaggio della prima fase del progetto di bilancio partecipativo:

  • Politiche giovanili, sport e tempo libero

  • Ordine pubblico e sicurezza

  • Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali

 

“Con La Parabiago che vuoi Tu –conclude il Sindaco- diamo ai cittadini una sana e concreta opportunità di partecipazione alle scelte amministrative dell’Ente, peccato non sfruttare questa occasione per proporre le proprie idee ed osservazioni. Dalla condivisione di un lavoro fatto insieme potranno nascere progetti davvero interessanti, ci auguriamo che i cittadini sapranno cogliere il momento e partecipare attivamente agli incontri di lavoro.”.

 

 

Ulteriori dettagli sulle modalità di partecipazione ai tavoli degli adulti, possono essere reperite collegandosi al sito web www.laparabiagochevuoitu.org all’interno della sezione ISCRIVITI E PARTECIPA.

 

 

 

Di seguito sono riassunti i requisiti degli aventi diritto:

 

CHI PUO' ISCRIVERSI al tavolo degli adulti:

  1. residenti a Parabiago da almeno 5 anni;

  2. i nati prima del 2000;

  3. aventi cittadinanza italiana da almeno 5 anni;

 

CHE NON RICOPRONO INCARICHI:

  1. di natura politica sul territorio nazionale, in assemblee elettive o in organi di governo, in qualsiasi ente autonomo riconosciuto dalla Costituzione Italiana (Comuni e Regioni) oltre che dello Stato e degli altri enti locali previsti dal Testo Unico degli Enti Locali;

  2. in consigli di amministrazione di aziende, enti, consorzi o fondazioni a partecipazione pubblica;

  3. in organi dirigenti di partiti politici, sindacati, ordini e collegi professionali, associazioni di categoria;

 

Si ricorda che:

Sono componenti di diritto dei tavoli il Sindaco e gli Assessori oltre che i dirigenti ed i dipendenti comunali coinvolti dal progetto con la funzione di coordinatori e facilitatori.

 

I Consiglieri Comunali hanno diritto di partecipare ai tavoli in qualità di osservatori.

 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

Con “Si muore tutti democristiani” il 4 ottobre prossimo, si inaugura la rassegna di cinema invernale parabiaghese 2018/2019. Per l’occasione saranno...

September 17, 2018

1/1
Please reload

Post recenti